sabato 7 maggio 2016

TRENTA DENARI (la sconosciuta) di MAURIZIO OSTUNI




Per trenta denari, mi persi,
dentro una bottiglia di vecchio Rum
chiusi gli occhi dinanzi alla verità
e persi me stessa nel vivere un'illusione.
Ad ogni sorso di "Rum" inebriavo e stordivo i sensi
il "Veleno" dissetava mente e cuore
e più vi affogavo il corpo,più m'ubriacavo d'amore
M'inabissavo sempre più giù,sempre più a fondo,
senza rendermene conto scivolavo sola
strisciando in un tunnel buio e senza fine..
Ove i ricordi venivano riempiti da un'aria satura di alcool.
imprigionando il mio stesso corpo in un dondolio paradisiaco,
io ci volevo stare,io ci stavo bene
Erano illusioni immaginarie, e,ci volevo vivere
erano sogni surreali e, ci volevo respirare
almeno così credevo, nel sentire l'anima mia riprendeva a volare,
Non più cosciente so di abbracciare l'inferno
dove l'arsura brucia e scorre forte sotto pelle
come un fuoco che divora lento,senza darti più tempo
l'oscurità cela un effimera verità
Continuo a ancora a vacillare
perdo l'orientamento,disorientata cado
mi rialzo in tempo, senza nessun attorno
solo il vuoto pietoso risucchia il mio stesso respiro
Ad occhi chiusi sento l'aria pesante e,un odore nauseabondo
che avvolge e stringe forte il cuore
mentre mi rivedo ancora il giorno in cui persi la ragione
nel vendermi per trenta denari
l'anima e l'amore
in una vecchia bottiglia di Veleno & Rum.
Veleno
Veleno & rum
La Sconosciuta 17/08/2015.... ore 22:41
....Rielaborata per la seconda volta grazie alla amica
la sconosciuta

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento