sabato 7 maggio 2016

SOGNI REALI (ESCLUSO MORTIMER)


E quando tutti entrano nel mondo dei sogni
Io ho il solito appuntamento con i miei incubi
E rivivo la gioventù negata
E già da allora ai sogni strappata
Rivivo l’infanzia che tutti credevano serena
Ma era invece opprimente e fatta di solitudine
Di parole inascoltate
E problemi esasperati
Rivivo i terrori
Di quello che avevano coraggio chiamare asilo
E le ingiustizie di una scuola
Dove veniva premiata la simpatia o meno e non i meriti
Rivivo l’inferno del primo amore
Tolto a me ed alla vita da un terribile orco
Che ignobilmente si fregiava del titolo di suo padre
Ed era il suo aguzzino
Rivivo urla di bimbi
Annegati
Da un’alluvione
Che non era esente da responsabili
Rivivo i ricordi ed i pensieri di un uomo
Che mi regalò un timone
E mi disse quando sei indeciso prendilo in mano
E lui ti guiderà verso la giustizia e la legalità
Rivivo gli anni passati in compagnia
Di mezzi panini e mozziconi di sigaretta
E la gioia della condivisione delle cose piccole e povere
Che diventavano enorme ricchezza
Ed ogni notte rivivo tutto questo
Come fosse un film senza fine
Invece è semplicemente la mia vita
E nonostante tutto è una vita fatta ancora di sogni e di speranze!
Si riserva ogni uso o utilizzo @copyright di Escluso Mortimer

1 commento:

Lascia il tuo commento