martedì 24 maggio 2016

NUDO (DANIELE CERVA)


Un dissennato ansito interiore
mi costringe a mostrarmi nudo
Spenti sepolcri imbiancati
ed arditi voli della mente e dell'anima
eruttano
come zampilli di lava vulcanica
Trascinano fuori da me
nascoste perversioni poetiche
ed elucubrazioni folli
incatenate nei più profondi meandri
Subisco questa tortura
passivo ed incosciente
Nulla posso
per fermare questo fiume incandescente
che trascina via con sè
ogni difesa qualunque barriera
fino a quietarsi
nell'oceano azzurro e calmo
dei pensieri
totalmente esposti ed indifesi
cullati dal ritmo dolce
di queste onde emozionali
© 2016 Daniele Bosetti Cerva

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento