martedì 10 maggio 2016

LUNA MIA (DANIELA MORESCHINI)

Vorei sape’ cantà pe’ tte stanotte,
o luna mia!
Te che sei la musa de tutti li poeti,
famme trovà la vena giusta,
che de parole, io, so’ tanto avara!
Vorei sapette dì’ quanto sei bella,
reggina de la notte,
co’ quer diadema de stelle ‘ntorno
che come fiammelle ner celo brilleno!
M’hai visto giovine e ‘nammorata,
er sogno mio l’hai realizzato
facennome trovà l’amore vero!
Mo’ so’ vecchia e nun ciò sogni,
forze perché sto morenno piano piano.
Ma prima de dovette da’ l’addio
‘n desiderio ner core me stà stretto,
e te lo voijo dì..
Te, che ce guardi e tutto senti,
ascorta puro li sogni de mi fija
c‘ancora tanti grilli cià pe’ la testa,
io so’ stanca
e sempre dietro nun jè posso sta!
Illumina la strada che percore,
realizza i sogni giusti
e faije scordà quelli sbajati.
Così si domani chiuderò l’occhi
potrò stà’ ‘n pace pe’ l’eternità,
ner sapè che su la tera,
er seme mio è cresciuto forte e sano,
e mai se piegherà come ‘na canna ar vento!
D.M.

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento