mercoledì 25 maggio 2016

LA TUA VOCE (GIORGIO BISIGNANO)


Udir la tua voce
è un traboccar d’onde
in un mare calmo,
strappa i velati silenzi
nel cuore della notte.
Al tuo fianco il mio destino
danza su orbite
che t’ hanno fatto fremere di passione.
Labbra, occhi, il corpo e la tua voce
sono perenne desio
che in me diventa luce.
Stringiti a me,
alla fioca luce del mattino.
L’alba rincorre i sogni
e li attenua sino allo svanire
mentre la tua bellezza
appare in tutta la sua realtà.
23-05-2016
Giorgio Bisignano
(Foto web)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento