mercoledì 25 maggio 2016

IL CALORE DEL TUO SOLE (CESARE MOCEO)


Come una vela
sospinta da tenue brezza
la mente scivola leggera
nel mare della memoria
e naviga silenziosa nel tempo
raccogliendo immagini vissute
di gioie e di dolori
E il mio cuore
pervaso da forti emozioni
diventa un libro aperto
anche da sfogliare se vuoi
Emozioni da sussurrare al nostro futuro
evaporano da quelle pagine
ancora vergini d'inchiostro
s'insinuano nei pensieri
lasciando una scia al loro passaggio
Fugge il tempo
dissoluto e impietoso
Tra i crudeli dubbi che percorrono l'anima
scavano le viscere
e demoliscono l'esistenza
Lascio tutte le mie finestre aperte
per far entrare il tuo sole
e io m'avvampo al suo calore
che illumina i nostri sorrisi
nel ghigno tenebroso dell'oscurità
del male che vorrebbe distruggerci
.
cesaremoceo
Proprietà intellettuale riservata
Copyright

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento