mercoledì 11 maggio 2016

GIANFRANCO CURABBA

La pazienza è un trito
retaggio, dita magre e gialle
nel fumo ozioso,
una farsa di idioti tra
immonde comprensioni.
Levarsene da queste midolla corrotte
concordi a una qualche salvezza,
un ruvido bicchiere di gelsomino
prende il cielo nella bocca del vento.
Gianfranco Curabba

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento