lunedì 23 maggio 2016

ER QUADRO DE “CAMPO DE FIORI” (MIND GIUSEPPE CAPORUSCIO)


Campo dé Fiori: scialo dé poesia!
Come t’avrà dipinta er sor Pinelli?
Già me lo vedo intigne l’acquarelli
pé mettese a giostrà co’ fantasia.
Ma nun cià pace: sa che li pennelli,
nun fanno onore a tutta ‘sta maggìa:
li strilli mercatari, l’alegria,
quell’aria imbarzamata, li stornelli.
Come dipigne er libbero penziero
che inzuffa er “frate” in cima ar piedistallo
co quelo sguardo ruvido e severo?
Viè sera e su la tela ancora gnente;
Così, Giordano Bruno, p’aiutallo,
j’affiara er cèlo có un tizzone ardente!
Giuseppe Caporuscio
(Mind)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento