domenica 8 maggio 2016

ALESSANDRA PEZZATI




Mi aggrappo a te
al tuo essere non mio.
Mi aggrappo alle immagini
di un sogno
vissuto
condiviso
e racchiuso
nei nostri ricordi.
Vorrei essere forte come il vento
insistente come la pioggia
per mostrarti
l'arcobaleno
che tu riesci a colorare
nella mia vita.
Vorrei che quel mio
essere tua
risultasse
ad ogni alba
ad ogni tramonto.
Vorrei che questa sensazione
di solitudine
scomparisse
dai miei occhi
e da questo cuore
dove le tue carezze
gli consentono
di battere
ancora
e
per te.
A.P.B. © 08.05.2016

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento