sabato 7 maggio 2016

A MIA MADRE (ROSAMARIA ALAGNA)




Sento nell'aria
un profumo di rose,
mescolando pensieri e fragranze 
di un fiore d'Aprile.
Dal profondo solco dell' anima,
il cuore non si rassegna
al suo dolore.
Nel declinar
della preghiera
oggi ti scrivo,
l'unico modo con cui riesco a dire
quelle parole soffocate nel cuore,
e sento ancora forte
il tuo caldo abbraccio.
Queste rose che tanto ti piacevano
o madre mia,
di te mi parlano ancora oggi.
Ti sento ad ogni soffio di vita
che mi circonda.
Nel ricordo
di averti ancora accanto
di questa preghiera
si consola la nuvola.
6 Maggio 2016
Rosamaria Alagna
@copyright Diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento