sabato 30 aprile 2016

TI VOGLIO (IRIS VIGNOLA)


Ti voglio...per gli occhi tuoi, color turchino,
grandi come quelli di un bambino,
che scrutarmi sento...dentro, in questo flebile mattino.
Ti voglio...perché adoro la tua voce,
che mi emoziona e dissolve la mia pace,
carpendo l'anima, come un affascinante rapace.
Ti voglio...perché, di te, ho scoperto il meglio,
ciò che è nascosto nel corpo tuo...all'interno,
che, su di me, hai riversato
finito nel profondo, dove l'anima hai toccato.
Ti voglio... per essere baciata dalle labbra tue, bramate
da cui fuoriescono dolci parole, d'amore assetate
che mi travolgono, penetrandomi la mente
e, innanzitutto, il cuore, mai sazio e insofferente.
Ti voglio... per unirmi a te, in una totale fusione
per sublimarci d'emozione e d'impaziente passione,
in un crescendo ritmico fervente,
fatto di sesso e d'amore sconvolgente.
Ti voglio... poiché sento che, in te, mi sto elevando
in un presente che, del senso, era sottratto
e che, di te, quale ragione di vita, s'è empito,
affinché osteggiare triste e malevolo destino.
E, per questo, amandoti, ti sussurrerò piano...
amore mio... ti amo...

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento