sabato 30 aprile 2016

L'ULTIMO BALLO (il peccato) di PAOLA BOSCA

e c'era la luna quella sera
a fottere i nostri cuori
e c'erano le stelle
a ubriacarci di luce falsata.
e c'era il mare
infido
a intrigare una serenata
e c'era la sabbia
a tramare tra i capelli come sensuali dita.
e c'erano due coppe e una bottiglia di vino rosso ormai vuota
a colare tra i seni eccitati
e c'erano parole sempre più sospirate.
e noi fatti e sfatti di tutto
nudi di difese
a morire uno nell'altro.
l'alba ci sorrise poi per strada
qualcuno cantava
e le gambe ancora tremanti a ballare l'ultimo peccato.
©paola bosca/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento