mercoledì 23 marzo 2016

CONCETTA TARTAGLIA

Travesto la realtà
seguendo le orme
dei sogni.
Chiudo gli occhi 
e piano, piano
mi perdo tra
la voce del vento.
E viaggio,
nuda annego
in acque cristalline.
Il sole e il cielo
sono buie e luminose ombre
che mi dividono,
mi fanno perdere e ritrovare.
Su strade piene di gente
si rincorrono i pensieri ,
ma nella saggezza del cuore.
è nascosto il mistero del destino.
Qui ,dentro di noi ,c è la magia
di un gioioso incanto.
Il dolore ,però, ci fa scoprire
la realtà dei sogni...
o ci fa penetrare
in un sonno profondo,
che ci ruba lo spettacolo
di stelle danzanti.
Dovrei arrendermi
e scendere i gradini
di un vecchio castello
come una principessa
in fuga....oppure
salire su un alto palazzo
con l ascensore.
Cosa farò???
Nessuno sceglie
di vivere o morire,
solamente decidiamo
le strade da percorrere
con chi e con quale mezzo.
Io aspetto una carrozza
per attraversare il tempo e lo spazio,
vissuto e immaginato.
Viaggero' per cercare ,
in angoli nascosti
il mondo delle cose perse.
Mi cercherò e so che mi rincontrerò
in una gigantesca
bolla di sapone.conci

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento