lunedì 30 novembre 2015

SOLITUDINE (ANTONELLA CARMEN GATTO)

Non c'è tristezza nella solitudine
quando è una scelta consapevole,
un'esigenza della propria anima,
un bisogno primario,
l'unico modo per trovare se stessi.
E' come stare al buio volontariamente,
non fa paura,
si è padroni dello spazio intorno,
si riesce ad ascoltare il silenzio.
Ben altra cosa è sentirsi soli.
antonella carmen gatto, 29 novembre 2015

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento