domenica 25 ottobre 2015

UNA CASA DI VETRO (MARIELLA RUSSO-CAPRI)

Parole taglienti mi schiaffeggiano senza posa
La ragione continua a stare dalla parte dei forti
Le credenze limitanti stravolgono il concetto di verità 
Eliminare il concetto atavico di legame
definire uno strappo
e ricominciare a vivere senza catene illusorie
Le case di vetro
hanno il sapore di niente
si affacciano su dirupi creati dall'uomo
Ti lusingano con la trasparenza di ciò che vedi
ti ammaliano con vetrine fatte di niente
Calcinacci di pietra si affacciano inermi
a cercare un senso
là dove un senso non c'è

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento