giovedì 7 maggio 2015

CONCHITA E FRIDA (ROSARIA CATANIA)

Barba lunga nera
avvolge con grazia un viso
su un incarnata di donna
Il problema non è tale
non sarà mai un dramma
non importa
dove viene ne dove và
ciò che oggi è differenza
si concentra nella logica
tutto giusto tutto bello
chi sarà mai
un uomo o una donna!
un pendolino o campanella!
in quel corpo statuario
di una dea di Botticelli
uscita da una conchiglia di pennelli colorati
con barba ed il rossetto rosso
fan spicco gli occhi grandi e la voce da macho
Donna quel che si dice
magica figura di un Olimpo
da trascrivere sulle pagine del futuro.
Scendi da quel piedistallo
di vetro fragile e trasparente
in parole povere a dir se ne voglia
paragonarla alla grande Frida
che ne ne fu tanto amata
esibirsi in tua raffinata femmina
volgarità ed eleganza fan di te
ammirazione del non normale.
Amar rassegnazione
a noi poveri mortali
del tuo costume prediletto ne vai fiera
fasciata accollata e pelosa
ci han fregato oramai mannaggia la battuta
"Donna baffuta è sempre piaciuta"
(ognon viva la propria vita)
@ Rosaria Catania(registrata)
7 5 2015

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento