martedì 21 aprile 2015

VIAGGIO (ROSARIA STORTI)


È amaro il viaggio
per quelli che partono,
che lasciano,
non sapendo dove
e se arriveranno,
dove, i loro piedi stanchi,
si poseranno
a cercare riposo,
un riparo dalla paura,
dalla fame e dal terrore;
è amaro non trovare
cio' e chi accogliera', benevolo,
il fuggiasco smarrito,
che non ha piu' terra:
e' come un cordone ombelicale
che, tagliato al suo naturale
e protettivo alloggiamento,
viene gettato via
e non sa dove andra' a posarsi
il frutto di quel parto,
un fiore, reciso, che,
non colto da mani amorevoli,
marcisce e muore.
@rs@ ( 2012 )

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento