giovedì 26 marzo 2015

GIOIRNE NEL SADICO PIACERE (MANUELA CORTINOVIS)


Non ho voglia di sottolineare con i pastelli
il silenzio che mi appartiene
quando dici
e poi.......Non vieni.
Alla sera
aizzi il mio fuoco
alimentando il desiderio
mentre ti rivesto la mente
con i disegni più indiscreti
ed allineati alle nostre menti .
Ti riempio e ti rivesto
con le mie parole.
Mi manifesto
di continue attenzioni
rivestendoti e appagandoti
con la mia poesia
Dove
ho percorso tante notti insonni
tra le lotte
del mio mordermi lo stomaco
e con il bruciarmi la mano
nel basso ventre.
Dove
spesso e volentieri
cadevo quasi in trance
assorbendoti il tuo trasmettermi.
Ci sono state lotte
e riscontri di abbandoni
per poi
riprenderci più forti le mani
Siamo simili
indivisibili
pazzi!!!!
Ora
non più.........Mi accoltello il petto
con la stessa mano.
Ho imparato
da quelle lunghe forti pugnalate
ad uccidermi
sempre più in cuor mio
Ho imparato
trafiggermi il costato
e non temere più il dolore
ne più contarne i pugnali
ne contarne le lacrime in vetro.
Non sottolineo più.........
il mio silenzio con il pastello fluorescente giallo-arancio
Perche
da te ho imparato
di appagarmi e goderne dell'artefice dolore

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento