domenica 25 gennaio 2015

MATTIA (PAOLA BOSCA)


Mattia seduto sul marciapiede a morire dentro un pensiero a tessere sogni sull'asfalto.
Una prostituta le offre una sigaretta nuvole di fumo a fregiare la notte a inseguire Dio nella luce di un lampione.
Una mano nella tasca bucata serrata a difendere la memoria immagini inghiottite dal cielo.
Mattia che perde le scarpe frodato dalla favella di un barbone le regala il cuore.
Nudo per le vie dell'anima a barattare il sole per un suo sorriso a implorare fiato alla luna per un respiro.
Mattia che si addormenta sul dolore cullato da un soffio d'Angelo erano riccioli neri impregnati di loro tra le dita. ©paola bosca/registrata

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento