domenica 14 dicembre 2014

IL SAPORE DOLCE...DEL SALE (libro) di UMBERTO FOSCHI

Leggere "Il sapore dolce...del sale" è come sfogliare il polveroso album di famiglia gelosamente passato di generazione in generazione. Ascoltare la nonna che ci racconta la sua storia davanti ai nostri occhi sgranati di bambini. Tuffarsi in un libro di storia. Vedere un film di quelli di una volta.
Umberto è un ingegnere informatico, una persona che per forma mentis e per professione ha imparato a scavare a fondo nei problemi, porsi domande, scandagliare le infinite possibilità che si pongono davanti ad un problema. Processi che accomunano l'indagine scientifica e la narrativa. Ma la scientificità non assume mai un ruolo prepotente nella sua scrittura, è addolcita da un animo sensibile ed empatico, in grado così bene di penetrare dentro i personaggi, le storie, con una grazia rara.
Potrebbe attandarsi Umberto nel raccontare la storia di Mariella, nei pochi momenti drammatici. Ne avrebbe di dettagli da far accapponare la pelle su cui dilungarsi, ricamare, infierire, magari per rendere la trama più serrata, magari per solleticare le voglie del lettore, di mitigare le proprie miserie attraverso le disgrazie altrui, magari per suscitargli maggior pietà, come si usava nei romanzi d'appendice ottocenteschi dove si sballottolava sadicamente l'eroina da una disgrazia all'altra prima di farle vedere la luce. Invece no, Ha trasformato una vita costellata da tragedie, privazioni, stenti, incomprensioni familiari, in un quadro di invidiabile felicità e consapevolezza.

(Stralcio di prefazione del professore Dario Folchi)
per info: ass.irumoridellanima@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento