domenica 28 dicembre 2014

GIRASOLI CIECHI (CESARE MOCEO)

Con il subcoscio a inseguirmi
e darmi le giuste punizioni
nella perdita della pace interiore
fino a dubitare di quel Dio
che avrebbe voluto aiutarmi
consolido i fragili frangenti della vita
degli anni vissuti senza alcuna libertà
accettando l'inutilità
di tutto ciò che ho fatto
E riparto da quel che sono
a cercare ancora la mia meta
tra le strade della speranza
con i valori a svelarsi
nel cosciente amore
che ho per il mondo
e diventare conforto
per la mia anima
.
cesaremoceo
diritti riservati

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento