mercoledì 23 luglio 2014

IL MIO DOMANI (CESARE MOCEO)

Una volta
con l'incoscienza dell'inesperienza
godevo della velocità del tempo
oggi imploro
che non passi in fretta
per calmare
i miei temporali eterni
Spesso
gli appigli delle certezze
mi sembrano sfuggire dalle dita
allora vorrei sparire nel nulla
e smettere di lottare
ma nell'appagante pienezza raggiunta
l'effetto collaterale di una gioiosa resa
alleggerisce il peso della malinconia presente
e il ricordare volti e parole di chi non c'è più
fa tornare il sorriso
e mi proiettano verso il mio domani.
.
cesaremoceo(c)

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento