venerdì 4 aprile 2014

UN ALTRO GIORNO DA DIMENTICARE (MARISA LINN)


 E' riflessa allo specchio la donna che non conosco,
perplessa mi fissa ed ho paura,quei lividi, lo sguardo!
Sembra ghiaccio colorato a freddo di pelle e sangue....
Guarda, o forse no ! Cieca, dentro il vuoto,il silenzio
Urlano le finestre chiuse , ubriache di sì tanta follia.
Non un lamento, tace anche l'aria, era ribelle prima.
Ciocche di capelli irriverenti, vaneggiano, tremano
dopo l'ennesimo dramma degli strappi assassini !
Quello specchio ormai unico testimone della favola
quella ancora non raccontata , mai scritta,mai nata.
E' solo un altro giorno, come tanti, da dimenticare.
( Marisa Linn )

1 commento:

Lascia il tuo commento