giovedì 27 febbraio 2014

OCCHI CHE PIANGONO (CESARE MOCEO)

C'è nell'aria
qualcosa di strano,
abbracci silenziosi
di sguardi
che viaggiano
sgraziati nel cielo,
a volte lieti e gioiosi
altre
turbolenti e minacciosi.
Occhi che piangono
questa natura
e non poterle gridare
tutto l'amore.
M'assale il pensiero
di guai futuri
a sporcare
la mia innocenza
e il mio casato
e una vertigine
di sensazioni
mi travolge...
e m'avvolge
la paura di sentirmi
abbandonato
dal mondo
.
cesaremoceo

Nessun commento:

Posta un commento

Lascia il tuo commento