sabato 18 novembre 2017

IL PASTO DELLA PASSIONE di LUCIANO ZAMPINI

IL PASTO DELLA PASSIONE
Eccomi qui ad aspettare
tra la porta del cuore
ad un passo dalla stanza dell'amore
sulle tormente di questo mare
sono musicante
vibra lo spartito delle emozioni
tremo nella penombra del piacere
mentre aspetto il ballo sfrenato
questa attesa è un fiume in piena
che oltrepassa gli argini della mente
come l’assordante lussuria di un tamburo
come le mani pulsanti dell’armoniose nacchere
in questo corpo disarmato
il demone addenta la carne
naviga senza pudore in preda dei sentimenti
monta a tempesta il pasto della passione.
©luciano zampini/registrata

MICHELE TRANO


UN NUOVO CIELO di GIORGIO BISIGNANO

Un nuovo cielo
Quello splendido cielo
osserva inebriata,
occhi grandi languidi
ancor le stille bagnano
e il suo sguardo attonito
carezza l’infinito.
I pensieri lacerano,
trafiggono il suo cuore,
odor di chiuso avvolge
l’ombra sua nella nebbia
e uno struggente pianto
da giorni l’accompagna.
China sul suo diario,
ormai assai consumato,
fili neri lucenti
vestono vuoti tristi,
scivolano sul foglio
le sue frasi tra perle
pregne e cupi sorrisi.
Rapido il cielo sgombra
la foschia a dipanare
l’oscuro che s’annida,
dentro lei e come tarlo
dilania la sua carne.
Mira ancora il cielo
con sommo desiderio
onde ali vede vibrar
libere nell’aria tersa.
Brulicare di gente
nella via con i loro
affanni, ma felici,
osserva incuriosita.
Uscir dal limbo brama
e immergersi nel caos
della vita comune:
mille amori avrà
ancor sul suo cammino.
13-11-2017
Giorgio Bisignano
Dipinto di Ahmet Demir

VITA DA SBALLO di IGNAZIA MARIA ANGILERI

VITA DA SBALLO
Campa da cavallo
e la tua vita sarà uno sballo.
Aguzza il tuo udito
e toccherai il cielo
con un dito.
Inebriati del profumo dei fiori
che rallegrano i cuori,
vola come una allegra
farfalla fa
vai in giro di qua e di la,
scopri dalla vita tutto
il sapore che ha.
Il variopinto del suo colore
L’ amarezza ,L’ euforia ,
il suo dolore
e il posto dove va a morire.
La vita è tutto un sogno
fa che sia la tua più bella
realtà,
se non vuoi ritrovarti
con tante mosche chiuse
in un pugno.
Dicono che la vita è bella
ma solo se allontani
date la jella.
Vivi con L’ innocenza
di un bambino ,
come ha scritto il buon Divino.
18-11-2017
I.M.A.

MIRCO CORBELLIN


Nulla è per sempre......
Nemmeno l' eternità è tale in questa odissea senza epoca.
Lo specchio di cristallo, effimero vuoto diamante che riflette la bellezza della gioventù si sgretola dinnanzi ai minuscoli sassi quotidiani che gli vengono lanciati contro.
Crepe frammentarie in una immagine che mestamente sfigura.
Siamo i viandanti legati ad una ipocrita patria che sfogliano l' immensa margherita degli anni che si dissolvono.
I confusi giardinieri che innaffiando la pianta mai sazia della propria anima.
Scoprono stupiti che da un seme di ortica quasi mai nasce una rosa...
I solitari esseri che amano perdersi con semplicità nelle complicate stanze del castello.
Nulla è per sempre......
Quanti letti abbiamo scaldato. In quante case abbiamo cenato con la notte dietro le tende.
Quanti traslochi o viaggi. In un susseguirsi di cambiamenti mai progettati.
Niente è per sempre.
Come certi amici che cambiano strade od abitudini.
Come quegli amori scambiati per quel che non erano.
Come questo viso che purtroppo invecchia.
Del passato ricordo poco.
Del domani non so che aspettarmi.
Meglio restare in posa in questa casetta di campagna mentre tu ridendo mi scatti una fotografia che vale ora..
In questo istante....
Poi mi chiami perché un merlo si è fermato sulla finestra.....e vuoi camminare con me vicino al lago.......
Mirco Corbellin copiright 2017.
Diritti riservati

CESARE MOCEO


Tra uno scroscio(di pioggia)e l'altro
Me ne vado errando
per le balze dorate 
di questa sabbia
baciata dal timido sole
che s'insinua felice
nei momenti di pausa
di piogge copiose
Dinanzi a te mio mare
raccolgo e custodisco memorie
che finora il passato mi aveva sottratto
concretizzando il mio andare
in certi sguardi d'amore
apprezzati dall'anima
nella stima dei giorni
e negli abbracci al mio tempo
che muore ogni giorno
E continuo il mio vivere
nutrito dai vortici del gelido vento
che insidia sontuoso
i tuoi allegri e palpitanti flutti
.
Cesare Moceo destrierodoc @
Tutti i diritti riservati

RAMINGO di MICHELE MELILLO


RAMINGO
Imperterrito nello scrutar
Infinito orizzonte
Al di là del mar
Da vetta del monte
In un trionfo d'apoteosi
E dell'evolversi
Dal destino trascendendo
Fuor dall'orrendo
E nel veder continui elissi
Come fossero nuova sintassi
E fra fonetica e morfologia
Si dà vita a nuova continua semantica come fosse ufologia
Ramingo ancor
Donando il cor
Anche se a nulla sovviene
A chi cor non tiene!
Si fa riserva di ogni uso o utilizzo @copyright di Michele Melillo (in arte Escluso Mortimer)

L'INFINITO PENSIERO di PIERPAOLO FELICETTI

L'infinito pensiero
Nell'immenso cuore del respiro dell'attimo fuggente
s'infrange ogni pensiero.
Cavalca l'onda su ali di seta
fin dove ogni sguardo
volge il suo desio.
Non teme ostacoli né dolori
poiché solo l'orizzonte infinito
è il suo limite
Pierpaolo Felicetti 18/11/2017

VLADIMIRO BOTTA


Ai viandanti del mondo.
La malia dei paesaggi si strugge su diroccate mura,
i colori forti e violenti del deserto,
illuminano antiche carovaniere e ossa recenti,
ai margini di questo deserto improvvisamente,
ti coglie la fioritura dei cactus,
e nel vento le nenie che cullano le speranze,
le parole che sono meno tinte dei paesaggi,
i volti che sono antichi, freschi di giovinezza,
gli occhi, si gli occhi sgranati dell’innocenza,
gli occhi che nascondono le lacrime,
il viaggio che non ha fine,
e in qualche casamatta da dove si sente il mare,
rubano anche la libertà del viaggio,
ai viandanti del mondo.

COLORI PER IL MONDO di PATRIZIA CALZETTA

COLORI PER IL MONDO
Questo nostro tempo
ha immagini solo
in bianco e nero
violenze di ogni genere
vittime ignare uccise dalla pazzia
individuale e collettiva
odio, indifferenza
dignità bruciata
trionfo del più assoluto egoismo
ci vorrebbe l'amore di un pittore
e la sua tavolozza
per dipingere il futuro a colori
un pizzico di azzurro
per riacquistare serenità
una pennellata di giallo
per far tornare luce ed allegria
e ancora, rosso fuoco per
ritrovare la capacità di amare
e poi un fiume di lava verde smeraldo
per dare speranza a questo mondo
©Patrizia Calzetta