mercoledì 17 gennaio 2018

AMA E TACI di MAURIZIO SPREGHINI

"Ama e taci"
Addosso non basta
zitto e amami,
taci negli incavi più nascosti
arrivando fino dove credi,
passionalità null'altro
come fosse l'ultimo attimo della vita,
sospirami sulle labbra
non temo che lo sguardo si perda altrove,
c'è solo quel desiderio da appagare
spoglia di tutto nell orgasmo della mente,
non andar via così furtivo come ieri
c'è ancora un angolo d'eros da appagare,
quello che di due corpi ne fa uno....
Per sempre......

AMORE INSEGUITO di RINA SARCONE


" Amore Inseguito "
Vorrei ricominciare
in un'isola deserta
dove ci si mette in gioco 
e vivere diventa l'inizio
di un giorno nuovo
Un mondo quasi fatato
dove non esiste nulla,
per vivere devi inventarti
di tutto e ancora di più.
Ritrovi il coraggio di lottare
guardando l'immensità,
di ciò che ti circonda
dell'oceano ad un tramonto.
Sentirsi padroni del mondo
liberi di amarci e di scegliere
tra una vergine vegetazione
come gli uomini primordiali.
consapevoli del nostro sapere
Noi che abbiamo lasciato
una realtà che ci ha rubato
la verità privandoci del rispetto
ora ritroviamo l'essenza
nell'amore inseguito
nelle ere del cosmo...
Rina Sarcone
Coperto da Copyright ©

DAGLI OCCHI DI UNA DONNA di MAURIZIO SPREGHINI

"Dagli occhi di una donna"
Camminare senza l'altra metà
scivolando come l'acqua su di un fiume,
vedere appigli disegnati qua e là 
di cui non mostro mai l'utilità,
se non nell' andare avanti
in equilibrio precario sui sentimenti,
visione solitaria di quel che mi circonda
e alti così come le impervie difficoltà superate.
Femminilita' espressa a suon di sguardi
fermi nei silenti umori per chi osserva altro,
dei vestiti da immagine riflessa
ne dovevi cogliere il pensiero,
così come delle sinuosità delle parole
coperte appena da un filo di superbia,
era quel mettere alla prova
chi blaterava miriadi parole alla rinfusa.
Sei rimasto solo oggi
a sedurre il corpo come l'ennesimo trofeo,
perdendo chi si celava dietro quel sorriso
mascherato nel non voler mostrare chi ero,
facile parlare per me e non nascondere
dove chiunque si disegnava un sogno,
perché tante le cornici
è poi quasi il nulla nei colori.

Paola Bosca

GIANFRANCO CURABBA

Ci disperdiamo con ottimi
motivi, appena sorpresi con
una carnagione che ha già
un altro bel cielo, la terra
ci fa sentire improvvise
memorie senza ragione,
solo la chiaroveggenza può
tollerare la libertà dell’assenza.
Frughiamo le biografie spesso
delusi dalla infermità dei nostri
modelli che ci spiegano poco
restando senza adepti.

Gianfranco Curabba

SEI BELLA di PATRIZIA CALZETTA

SEI BELLA
Sei bella quando sorridi
ma non lo fai da tempo
sei stanca
cammini nel viale della vita
affrontando salite dure
respiri polvere di sogni spezzati
caduti sulla terra come frammenti di meteore
il cuore è un deserto
ma l'anima ha sete
e disperatamente cerca un'oasi
affidati a chi in silenzio
ti respira accanto
e nel silenzio aspetta
non ti vergognare delle tue lacrime
non perderai la tua forza di donna
sei bella quando piangi
non lo avevi mai fatto con lui
stupito e meravigliato della tua fragilità
ti amerà ancora di più
semmai esistesse un di più
©Patrizia Calzetta

Paola Bosca

DECISAMENTE di GIORGIA CASTELLANI

DECISAMENTE
Non sempre sono pronta,
resto in attesa d'un lampo
che tramuti quel velo di tristezza,
un flash, un passo indietro.
Non sempre tengo a freno
l'emozione che m'assale
mi nascondo
per non restare delusa.
Si decisamente mi gestisco
nella mia interiorità
nessuno può entrare.
@ copyright

CESARE MOCEO


Sarà bello essere dimenticato
S'avviano felici
al riposo eterno gli occhi
a suggellar il mio vivere
solitario e senza requie
divenuto ormai un cerchio
che va a chiudersi tra spigoli
e lacune per residui d'ignoranze
E in quella mia frustrazione
mi esprimo
in audaci sofferenze emaciate
con l'isolamento e il tormento
dell'inquietudine
armi a doppia lama della mia umanità
a trasformare tristezze e afflizioni
in amori e passioni
ondate d'intense emozioni
del mio favoloso destino
a travolgere il cuore e l'anima perduta
e stravolgere la mente
.
Cesare Moceo destrierodoc @
Tutti i diritti riservati

LE STAGIONI DEL NOSTRO ESSERE di MONICA MASTROROCCO

LE STAGIONI DEL NOSTRO ESSERCI.
Abbraccio la solitudine,
indossando le mie fragilità,
come una vecchia e soffice vestaglia
nel coprire le mie nude insicurezze.
Di nuovo questi brividi,
non mi abbandonano.
Cicatrici nell'anima,
trofei che non mostro.
E in questo silenzio si ferma il tempo,
si scioglie la neve dal cuore,
torrenti che sgorgano impetuosi.
Ferma in questo angolo di mondo,
raccolgo le forze.
Petali di fiori tutt'intorno,
primavera di speranze passate.
Ma tu non cogli quel velo sui miei occhi,
e l'inverno arriva dentro di me.
Eppure potresti essere la mia estate,
se solo non fossi l'autunno.
Contro il vento che scompiglia le tue foglie,
furioso in una guerra che non ha un senso.
Mi abbraccio nel buio dei miei pensieri,
venendo a patti con il mio sentirti.

IL FASCINO DI MANTOVA di LUCA LUCIDI

IL FASCINO DI MANTOVA – Notturno -
Buona notte Mantova
piccola città un po’ gatta assai monella
accoccolata fra le grandi lenzuola del Mincio
nelle pianure abbracciate da Alpi ed Appennini
Buona notte ai tuoi palazzi antichi
buona notte al bel Castello
a palazzo Tè a piazza Sordello
buona notte al Palazzo della Ragione
ai pinnacoli alla Torre del Gabbione
Buona notte alle tue modernità
riflesso lontano di grandi città
manipolate ed invivibili
Buona notte alla tranquillità
certezza del giorno dopo
Buona notte
ai tuoi fiori
ai tuoi prati
ai tuoi ruscelli
ai tuoi vertiginosi pioppi
Buona notte
ai tuoi cieli afosi
nell’estate stellati
Buona notte
ai tuoi paesaggi brumosi
d’inverno spogli ed addormentati
Buona notte alle tue fabbriche
ormai sorpassate ed arrugginite
Buona notte alle tue laboriose genti
ben intellettuali ma sempre contadine
vitali nell’operare e generose nel cucinare
lustro di tanta cultura italiana
Buona notte nostro cuore
Buona notte Mantova
Buona notte sempre.
LE CHARME DE MANTOUE – Nocturne -
Bonne nuit Mantoue
la petite ville un peu chatte assez coquine
couchée parmi les grands draps du Mincio
dans les planes embrassées par les Alpes et les Apennins
Bonne nuit à tes anciens palais
bonne nuit au beau Château
au palais du Te à place Sordello
bonne nuit au Palais de la Raison
aux pinacles à la Tour de la Grande Cage
Bonne nuit à tes modernités
miroirs lointains des grandes villes
machinées et pas vivables
Bonne nuit à la tranquillité
certitude du jour suivant
Bonne nuit
à tes fleurs
à tes prés
à tes ruisseaux
à tes peupliers vertigineux
Bonne nuit
à tes étouffants cieux
étoilés en été
Bonne nuit
à tes paysages brumeux
l’hiver dépouillés et couchés
Bonne nuit à tes usines
maintenant vieilles et rouillées
Bonne nuit à tes laborieux gens
bien intellectuels mais toujours paysans
vitaux à l’ouvrage et généreux à la cuisine
savants ésprits de la culture italienne
Bonne nuit notre coeur
Bonne nuit Mantoue
Bonne nuit toujours.
All Rights Reserved
to MARICO CAVALIERI.

Paola Bosca

CARNE E ANIMA di GIUSY FINESTRONE


CARNE ED ANIMA
Potrei anche morire stasera
Col mio cielo che profuma di primavera
Stretta alle tue forti e braccia
Mentre del mondo intorno non vi è traccia
Inebriata dal tuo travolgente odore
Che riaccende i miei istinti d'ardore
Cullata dal tuo abbraccio possente
Che fa perdere anima e mente
Il tempo si ferma sull'orlo dei sensi
Non esiste domani ma attimi intensi
Due corpi abbandonati in un angolo di paradiso
Per cui l'universo si delimita viso contro viso
Mani, bocche, baci, carezze...tutto è concentrato
In quell'attimo d'eterno dal gusto prelibato
Carne ed anima mischiati alla perfezione
Viaggiano oltre lo spazio, oltre ogni emozione !!!
Si riserva ogni uso e utilizzo @copyright di Giusy Finestrone