domenica 17 novembre 2019

INTEGRALISTA di LUCA AGOSTINI

Integralista
( convinto)
Sono integralista, certo
convinto e mai pentito
diffamando il contrario
dissemino vita
Sono integralista fin dentro le vene
rimargino tagli e ferite
ne divoro le carni
Ne seguo l'istinto
le gesta e le parole
di battiti e sospiri legati, stretti
lacci di cuoio attorno al cuore
Seguo ogni desiderio del folle vivere suo
sono integralista
porto avanti il suo verbo possente
altro non sfugge ed altro non teme
Vita propria ne dichiara passione
d'ali di farfalle nello stomaco
io so' integralista
ma un'integralista vero
sul viso il mio consenso
negli occhi il vero!
D'amore e passione...Io so' integralista!
agostiniluca©/R ■
●2019t.d.r.
Foto web

NOTTURNO di VITTORIA NENZI

Notturno
E’ notte
di lume spento
occhieggia timida luna
il mare adirato dichiara tempesta.
Distesa sull’umido prato
ripudio tormento di voci stonate
cerco quei suoni incantati nei
versi e parole velate.
Ti aspetto e
tu
arrivi vestita di stelle
e sei verso ritmato in parole.
Non ti vedo
tra i capelli ti sento
mi sussurri il canto del vento
sei piuma a scaldare i miei freddi
Vittoria Nenzi @ t.d.r.

IL PIANTO di ANTONELLA CALVANI

IL PIANTO
Il piangere pietoso e inconcludente
può dimostrare tutto ma non valere niente;
il piangere di testa non è bello,
è un pianto comandato dal cervello;
il piangere di pancia poi, fingendo un gran tormento,
non ha a che fare mai col sentimento,
son manifeste azioni scevre di pudore
per arrivar sugli altri dritto al cuore
e sol chi è privo di sensibilità
vuol far vedere a tutti che ce l'ha!
Diceva invece il nonno, grande saggio,
per piangere con l'anima ci vuole un bel coraggio!!!! AC
(da Lacrime di cielo)
immagine web

COME UNA VOLTA...IO E TE di DANIELA COBAICH MASCARETTI

Come una volta...io e te
Per sempre addormentata,
ti ritroverò anima mia,
lascia ora che gli angeli
avvolgano il tuo letto
e sciolgano in lacrime
il mio pianto.
Ti ritroverò
lungo il sentiero della notte
e la tua mano come una volta
prenderà la mia
Daniela Cobaich Mascaretti
Disegno a matita di Rita Donatini

IN UN AMORE di ANTONIO de LIETO VOLLARO

In un amore
Non c'è confine
né orizzonte,
che abbia fine,
come l'immensità
dell'universo, in un amore
che in noi vive, pulsa
nei nostri cuori, illumina
la nostra anima, ci rende
tutto luminoso.
In un amore,
che nostro sentiamo
come potente
collante, uniti
l'un l'altro tiene.
In un amore,
trasparente, come
l'acqua di sorgente
dove i raggi solari
la rendono luminosa,
I nostri cuori uniti
e anime in una,
profondità in esso
infinito, sol raggio
della sua energia
veder si potrà
come raggio di sole
tuffarsi nel profondo
mare e perdersi
nel suo infinito,
così nelle nostre vite
ci terrà innamorati
come il sole
del suo mare.
Copyright di Antonio de Lieto Vollaro

SANDRA DE FELICE


Dal Libro TRASPARENZE
PER REGALARTI VERSI
Per te
anima innamorata
di segreti baci
raccolgo petali di rose
sparsi tra le spine,
con onde spumose
del mare
e briciole di nuvole
dipingo i sogni all'alba
e i pensieri tuoi
al tramonto.
Anima innamorata
di verità profonda
per te la notte
sveglia accanto al fuoco
scrivo parole immacolate,
per te
raccolgo ogni silenzio
per regalarti versi ogni mattina.
Sandra De Felice

STAGIONI D'AMORE di PAOLO AURELIO MONTELEONE


Stagioni d’amore
Non potrai mai
eguagliare i colori
sulle ali di una farfalla,
il fiorir degli alberi,
il verde dei prati
il canto degli uccelli,
la dolcezza della primavera.
Non potrai mai gustare
i frutti della natura,
l’azzurro del cielo ,
le onde del mare,
i raggi del sole,
il canto delle cicale,
il calore dell’estate.
Non potrai mai gioire
di un chiar di luna,
di una notte stellata
del lento scorrere
di un fiume
verso la sua foce ,
in una mite
serata d’autunno.
Non saprai mai
della dolcezza di un bacio,
dato con passione,
del camminare
mano nella mano
lungo le strade
della vita.
Non gusterai mai
le bellezze di una donna
e il piacere dell’amore ,
se nel cuore hai
il grigio di un’inverno
gelido e senza sole,
nessuno verrà mai
a cercarti,
nessuno mai ti dirà
“Ti amo”
Paolo Aurelio Monteleone
Adelaide 18/11/2018
Tutti i diritti riservati

COMMEDIA di ROBERTA CALATI

Commedia
Questo spettacolo é una frode.
Teatro allestito con gingilli e sonagli con attori senza alcun talento.
Ballano con tacco e punta sul cadavere dell'allegria
mentre narrava la vita mia.
Questo spettacolo é una frode.
Ora, attori senza alcun
talento, cercate altrove
una vittima codesta e' tramortita
da un ballo che decantava una commedia che ormai é finita .
Con un applauso reciso da chi si presentó con un
menzognoso sorriso.
.
Roberta Calati
immagine web

SILVIA COZZI

La notte ho gli occhi spalancati su una bugia
Vorrei contare le pecore in processione
ma riesco solo a vedere miss Pittypat con i suoi boccoli d’oro
e la vecchia casa coloniale
Offritemi un tè
con biscottini alla cioccolata
che mi scaldo le mani e forse pure il cuore
se la tazzina è di porcellana con i fiorellini
come quella della nonna che fumava Marlboro
e mi raccontava la fiaba del topolino grasso e del formaggio
Ora mi piacciono le storie forti con schizzi di sangue
non più le favole con la fata dai capelli turchini
mentre Topolino e Minnie sono diventati amanti
e Pippo non lo sa
Ma forse è tutto un bluff
SC
17 novembre 2019
foto personale

ANTONIO DELLA RAGIONE

Non so chi sei,
ma ho visto quanto è profondo
un tuo sorriso,
quanto dura poi negli occhi.
Il dolore ha scavato,
si vede,
tu non lo taci,
nemmeno spogli il tuo cuore
per elemosinare.
Tutto è nei segni
che non nascondi,
una fragile emozione.
Per quanto puoi amare
non sa dirlo nemmeno una canzone...
a.d.r.
immagine web